News

DA MUSSOMELI: GRAZIE, Azzurri Campioni del mondo.

Anche a Mussomeli, gioia e soddisfazione per la vittoria dei mondiali di calcio 2006.

Era nell’aria la vittoria, fortemente desiderata dagli italiani, e così da ieri sera gli azzurri sono Campioni del Mondo.
Un trionfo nazionale, una follia indescrivibile, scene inusitate e delirio collettivo a conclusione dei calci di rigore. Una partita che ha inchiodato il mondo intero a seguire la finale del Campionato.
Sono passati in secondo piano altri fatti di cronaca sia interna che estera.
Gli italiani hanno vissuto intensamente i giorni dell’attesa della finale pensando già ai preparativi in caso di vittoria. Le hanno studiate tutte anche le cose più bizzarre, riuscendo a coinvolgere anche i più apatici. Non hanno tralasciato niente: cortei con macchine, trattori, motozappe, qualche asinello, camion, clacson, bandiere e bandierine tricolori Lo scenario veniva completato persino da tre baldi giovani in mutande di cui uno col colore verde e gli altri due col bianco e col rosso. Tanta gente per le strade, Tante luci accese nelle case. Si respirava un’aria diversa, tutti godevano per questa desiderata vittoria.
Tutti quanti abbiamo sperato, sognato, sofferto; siamo stati forse anche insofferenti, abbiamo anche imprecato, gridato, cantato e perfino urlato.
Siamo sinceri, dalle ore 20,00 alle 22,30 circa , chi era seduto davanti al televisore, certamente non poteva rimanere immobile; se qualcuno si fosse guardato spesso allo specchio, avrebbe certamente notato nel proprio viso il continuo mutare dell’umore ora felice, ora scorbutico, ora in sofferenza.
Per tutti quanti c’era un chiodo fisso: La vittoria dei Mondiali 2006.
Italia - Francia: due grandi squadre. Non c’è che dire, ma questa volta siamo stati i migliori.
Consentitemi di esternare la gioia dei volontari della Misericordia per la vittoria degli azzurri. Anch’io sono felicissimo per l’agognata vittoria, ma sono ancora più felice perché tutti i nostri connazionali, ovunque sparsi nel mondo, sicuramente sono stati e sono fieri della loro italianità.
Grazie ancora!
Carmelo Barba
Governatore Misericordia Mussomeli


Articolo inserito il 10/07/2006

indietro