News

Udienza del Papa Benedetto XVI al Gruppo donatori di sangue Fratres di Mussomeli

Prima giornata Nazionale dei donatori di sangue

Dalla Città del Vaticano: (dal nostro corrispondente):14 giugno 2006
Ore 6,30 La colazione è stata consumata in albergo e subito dopo il Gruppo Fratres di Mussomeli si è diretto verso Città del Vaticano dove in piazza San Pietro già si metteva in fila per ottenere il pass.
Fin dal mattino si respirava aria calda.La piazza gradualmente veniva raggiunta dai pellegrini, turisti e gente comune.Vedere ed incontrare il Papa: questo il desiderio di tutti. Ascoltare la sua voce, stringergli possibilmente la mano. Altri si accontenteranno di vederlo da vicino, altri attraverso il teleschermo. Un’udienza del Papa, richiesta e fortemente voluta dal Presidente Maria Vincenza Dilena che da oltre quattro mesi ha lavorato a questo evento. E’ il caso di dire: stanca, preoccupata e senza dubbio soddisfatta.
Intanto 35 gradi all’ombra non li toglieva nessuno. Ciò nonostante la numerosa comitiva del gruppo donatori di sangue “FRATRES” di Mussomeli, piazzata a circa trecento metri dal Papa, gioiosa e festante ha osannato Benedetto XVI al suo passaggio nella Piazza San Pietro con canti e fragorosi battimani. Alcuni donatori del gruppo di Mussomeli sono stati vicinissimi al Papa a tal punto che l’intraprendente Nino la Greca, incitato da altri amici del gruppo, ha strappato al Papa una stretta di mano in mezzo a tanta commozione anche dei presenti. In mezzo a loro c’era anche l’Assistente spirituale dei gruppi provinciali di Caltanissetta dei donatori di sangue Fratres P. Alfonso Cammarata, da diversi mesi trasferito a Roma per studi teologici. A Maria Vincenza Dilena, Presidente del gruppo, è stata consegnata una significativa pergamena per la Fratres di Mussomeli come ricordo della manifestazione. In Piazza San Pietro poi il gruppo Fratres si è imbattuto per caso anche con il noto conduttore televisivo Bruno Vespa. Dopo l’incontro della mattinata, subito alla ricerca di refrigerio. Evidentemente a tavola fra caldo, gioia, soddisfazione e commozione si sono trovati d’accordo nel ritenere positiva l’esperienza vissuta.
Il gruppo era partito lunedì di buon mattino, una giornata di viaggio e l’arrivo a Roma in serata.Una vacanza di quattro giorni che consentirà al gruppo nuove esperienze di vita e soprattutto il ricordo di una bella iniziativa FRATRES.


Articolo inserito il 14/06/2006

indietro