News

Tavolata di San Giuseppe

Il successo non si smentisce!

Il cuore generoso della gente, ancora una volta, non si è fatto attendere. Non c’è stato bisogno di sprecare tante parole per il passaparola della tavolata, tanto è vero che, nell’arco della mattinata di domenica scorsa, da più parti e, a più riprese, le sedi dei due sodalizi nel piazzale Mongibello, sono state meta di visite e luogo dove è stata imbandita la tavolata con il dono anche dei prodotti tipici locali . A tavola, 19 vicchiariaddi accolti con premura e tanta attenzione dai volontari della Misericordia e della Fratres. Non è mancata la presenza dell’assessore ai servizi sociali Francesca Gelsomino che è rimasta favorevolmente impressionata dell’operosità e concretezza dei due sodalizi, che attraverso i propri volontari hanno espresso al meglio le proprie potenzialità. In campo, dunque, sei operatori in servizio civile con un bel nucleo volontari ordinari hanno servito il pranzo, hanno persino ballato e cantato. Una coreografia, allietata anche da alcuni elementi della banda musicale. Insomma, una mattinata di festa, sotto lo sguardo benevolo di San Giuseppe, l a cui statua, nella sua semplicità, dominava l’esposizione della dei doni portati nella mattinata. Impossibile elencarli tutti. Tanto ben di Dio che ha fatto gola ai buongustai e tanto compiacimento fra i visitatori che hanno potuto costatare la presenza numerosa dei volontari della Misericordia rigorosamente vestiti con le divise confederali, i cui colori ciano e azzurro la facevano da padroni. Per non parlare del colore rosso della Fratres con la sua dirigenza e donatori che hanno voluto presenziare a questo tradizionale momento che affonda le sue radici a circa 20 anni fa, quando, per la prima volta, nell’allora sede di Via Elio Vittorini, sotto la presidenza dell’ing. Totuccio Alessi, si diede l’avvio a questa iniziativa, portata avanti, ininterrottamente, fino a domenica scorsa. Il tempo passa ma “i vicchiariaddi”, o meglio, la “tavulata di vicchiariaddi”, è sinonimo di solidarietà, generosità e fraternità. A benedire la tavola, ci ha pensato il Padre Correttore della Misericordia, don Ignazio Carrubba, che si è complimentato con coloro che si sono spesi per la riuscita dell’Iniziativa. Anche il diacono Pierenzo Costanzo, assistente spirituale della Fratres, ha potuto ammirare la tavolata e salutare i vicchiariaddi. Evidentemente soddisfatta la dirigenza della Fratres, rappresentata da Salvuccio Lamonaca come quella della Misericordia, rappresentata dal governatore Carmelo Barba.


Articolo inserito il 24/03/2014

indietro