News

Festa dei bambini 2008 Parrocchia del Carmelo

Raccolti movemila euro per le missioni in Brasile e Tanzania

MUSSOMELI. La 22^ edizione della “festa dei bambini”, organizzata dalla Parrocchia del Carmelo, ancora una volta ha, riscosso tanta adesione. I solisti ed il coro, diretto da Peppe Noto con la sua band,. col loro canto hanno certamente inneggiato alla solidarietà. “Bambini felici” è il progetto, iniziato nel 2005, che vede impegnati annualmente, per circa tre mesi, l’apposito comitato, le famiglie, i bambini e le scuole, finalizzato esclusivamente alla raccolta fondi da destinare alle tre missioni, di cui due nel Brasile: A Coxim, Mons. .Migliore, per assicurare un pasto giornaliero a 200 bambini per un intero anno; A Porto Velho, per continuare il “ponte” di solidarietà per i bambini disabili del Centro “Paolo Sesto”, gestito da Casa Famiglia Rosetta; mentre nella Tanzania per potenziare strutture scolastiche della missione di Arusha delle suore del “Signore dea città”. La complessa organizzazione degli eventi ha coinvolto la comunità locale e non solo. La sensibilità degli sponsor ha consentito la copertura delle spese gestionali, che non sono indifferenti e comunque necessarie per affrontare al meglio tutte le varie fasi delle due serate. Un sostegno economico è venuto anche dalla BCC San Giuseppe di Mussomeli, che ha sempre attribuito all’iniziativa un valore altamente sociale. Hanno aderito poi alcune scuole di danza, Istituti scolastici di Sutera, Campofranco, Villalba e Vallelunga, dove la carovana della solidarietà, alcuni giorni prima degli eventi, aveva presentato il dettagliato programma dell’ iniziativa. A tutti quanti, gli organizzatori della festa dei bambini hanno fatto pervenire, proprio in questi giorni, una lettera di ringraziamento. Ha collaborato anche il Comune. C’è stata la partecipazione straordinaria di Giuliana Cascone, terza classificata nello Zecchino d’oro del 2006. Obbiettivo ,dunque, centrato L’intero ricavato dalla vendita dei biglietti pari a novemila euro sono stati già inviati.ai destinatari delle tre missioni . Certamente tanta fatica con tanto impegno profuso. Tanti piccoli bambini messi insieme per un grande ed ambizioso progetto. Insomma una festa per la Festa, con la gioia nel cuore. Un’iniziativa che ogni anno riesce a promuovere l’occasione dello stare insieme, a creare piacevoli momenti ricreativi, a diffondere la cultura del volontariato, ad inculcare e sviluppare concretamente la cultura della solidarietà, che, come dimostra la realizzazione questo progetto, non ha confini.
CARMELO BARBA



Articolo inserito il 12/04/2008

indietro