News

A "la Batìa": Festa dell'Amicizia

Organizzata dai giovani e coppie di sposi della Madrice

MUSSOMELI. Con l’apertura dell’anno sociale e con la programmazione generale dell’attività parrocchiale, i gruppi ecclesiali della Madrice hanno ripreso il loro cammino. Oggi pomeriggio, presso i locali del Collegio di Maria, a “la batìa”, alcuni giovani e diverse coppie di sposi ripropongono ed organizzano la festa dell’amicizia; Un’occasione che dà la possibilità agli anziani e ai disabili di potere trascorrere alcune ore con canti e balli in un gioiosa atmosfera di fraterna amicizia. La festa di oggi rappresenta uno dei tanti appuntamenti previsti e graditi da queste persone, specialmente da coloro che vivono, e sono tanti, il dramma della solitudine. Ci sarà anche il trascinatore P .Domenico Lipani ad animare l’incontro, che si concluderà, alla fine, con la celebrazione della Santa Messa. A Mussomeli, sono diverse le organizzazioni che di occupano di solidarietà, di assistenza e di soccorso. Un ruolo importante lo svolgono, certamente, anche le Parrocchie.. Non a caso, il vescovo Mons. Mario Russotto, l’anno scorso, ha concluso le visite pastorali con la nomina e consegna del Crocifisso ai volontari della carità, che ne avevano fatto richiesta. Un gruppo parrocchiale spicciolo, dunque, dove ognuno, settimanalmente e singolarmente, si fa carico di attenzionare una persona che necessita di assistenza..Enza La monaca ci ha detto: ”siamo una trentina alla Madrice e penso che altrettanti siano in ciascuna altra parrocchia. Prossimamente, coordinati dall’Arciprete P. Alfonso Incardona, ci riuniremo tutti quanti per scambiarci le esperienze e migliorare questo nostro servizio”. Intanto, alla Madrice, è slittato di qualche giorno il previsto consiglio pastorale per le attività del mese di novembre.
CARMELO BARBA


Articolo inserito il 27/10/2007

indietro