Padre Correttore

PADRE IGNAZIO CARRUBBA

Dopo il prematuro decesso del Padre Correttore della Misericordia di Mussomeli Don Diego Di Vincenzo, il sodalizio ha voluto continuare l’onorabile opera compiuta dal compianto con il nuovo Rettore del Santuario Maria SS dei Miracoli e Parroco della Parrocchia di San Giovanni Battista: Padre Ignazio Carrubba, nato a San Cataldo il 04.10.1975. La scheda informativa del giovane prete rileva che fin da adolescente ha vissuto all’ombra del campanile della chiesa Madre di San Cataldo, con l’allora arciprete mons. Gabriele Nicosia, di venerata memoria, il quale semina in lui il germe della vocazione sacerdotale, guidato e formato da altrettanti sacerdoti appartenenti alla stessa parrocchia come mons. Loreto Viscuso e Padre Martorana, già segretario di S. E. mons. Cammarata. Entra in seminario il 19 settembre del 1989 e intraprende gli studi classico-umanistici presso il liceo classico dello stesso seminario di Caltanissetta dove si trova come guide spirituali e culturali mons. Giovanni Speciale, rettore del seminario e docente di lettere e storia dell’arte e Padre Antonio Giliberto preside e docente di filosofia. Rafforzato sempre più nel cammino verso il sacerdozio, frequenta il corso teologico istituzionale presso l’istituto teologico “Mons. Guttadauro”, affiliato alla facoltà teologica di Sicilia con sede a Palermo e ne consegue il baccellierato in teologia. Riceve i ministeri del lettorato e poi dell’accolitato dall’allora vescovo S.E. Mons. Alfredo M. Garsia. Nel frattempo, avendo conosciuto la congregazione di Figli dell’amore misericordioso in Collevalenza Todi, fondata dalla Beata Madre Speranza, grazie a Padre Angelo Spilla consigliere generale della stessa congregazione e suo docente di Diritto Canonico, intraprende il cammino di vita religiosa dopo una esperienza presso il Santuario dell’amore Misericordioso in Collevalenza come postulante e novizio, prima a Roma, dove intraprende nell’anno santo 2000 gli studi di storia ecclesiastica presso la pontificia università gregoriana e poi come novizio presso l’arcidiocesi marchigiana di Fermo (Ap). Dopo il noviziato sceglie di appartenere alla Congregazione dei Figli dell’amore misericordioso come prete diocesano con voti (SDFAM). Rientra in diocesi compiendo il servizio civile presso la Casa di Riposo per anziani A. Mazzone di Caltanissetta e lavorando anche per conto del Vescovo mons. Garsia in episcopio. Il 14 maggio 2004 viene ordinato diacono nella Chiesa Madre di San Cataldo e, dopo aver fatto l’esperienza diaconale presso la Chiesa Madre di Santa Caterina Villarmosa, il 29 giugno 2005 viene ordinato Presbitero da mons Mario Russotto nella cattedrale di Caltanissetta. Con nomina dello stesso Vescovo viene mandato come vicario parrocchiale per due anni presso la Chiesa Madre di Campofranco con l’incarico di insegnare religione presso la scuola media. Nel frattempo, sotto indicazione del Vescovo, intraprende gli studi di specializzazione in pastorale familiare e politiche familiari presso il pontificio Istituto Giovanni Paolo II in San Giovanni In Laterano a Roma. Trasferito poi come vicario parrocchiale per circa due anni presso la parrocchia di San Biagio in Caltanissetta, riceve l’incarico di insegnare religione nelle scuole superiori e, allo stesso tempo, presta un servizio pastorale presso il CEFPAS, centro di formazione regionale per i dirigenti sanitari e personale sanitario. Successivamente, per altri due anni, ricopre l’incarico di vicario parrocchiale presso la parrocchia Sant’Alberto Magno in San Cataldo e poi come parroco in Solidum presso L’unità pastorale di Sommatino. Durante il suo corso di formazione teologica e pastorale e da seminarista e da sacerdote si è dedicato alla pastorale dell’emigrazione, facendo diverse esperienze all’estero per conto del SERES (organo ufficiale delle chiese di Sicilia per gli emigrati siciliani fondato da S. E. il Card. Salvatore Pappalardo) andando a visitare gli emigrati siciliani (presso la missione cattolica italiana a Londra, a Noriberga e per ultimo in Australia per un convegno a Sydney e a Melbourne), mettendo in pratica così il detto evangelico di Gesù: “Ero forestiero e siete venuti a trovarmi”. E’ il caso di dire che Padre Ignazio Carrubba ne ha fatto di strada.  Oggi, ricopre i ruoli di Cappellano delle confraternite SS.mo Sacramento e Madonna dei Miracoli della congregazione San Vincenzo Ferreri, Fraternita Laica di Misericordia locale, Fraternita Laica Domenicana, dell'Associazione Vita e del Rotary Club Mussomeli Valle del Platani. Assistente Spirituale delle squadre calcistiche ASD Mussomeli ASD Chiaramontana e ASD Don Bosco. Da febbraio riveste il ruolo di Assistente Spirituale per le Misericordie di Enna e Caltanissetta.